3. Stop, niente scuse! I miei consigli per dimagrire

marzo 4, 2014Fit Dance 0

Bella presentazione dello scorso numero, abbiamo appreso i benefici del ballo ma ora è arrivato il momento di agire!
Le feste sono finite da mesi, l’inverno volge al termine, arriva la primavera e vestendoci più leggero, dobbiamo sentirci e vederci bene!

Come ogni fine anno, siamo tutti bravi nel farci i buoni propositi “new years re- solution” dalla dieta, alla palestra e al corso di danza.
Qualcuno lo fa veramente, salvo poi fer- marsi per cattiva programmazione, scarsa motivazione, impegni di lavo o peggio ancora per pigrizia!
Basta, niente scuse. Se veramente lo desiderate, tutto è possibile e la cosa straordinaria è che può essere anche divertente! Siete pronti? Cosa faremo? Semplice… iniziamo il cambiamento, oggi, a partire da ora. Io starò al vostro fianco, accompagnandovi in questo cammino…

Stop making excuse – Stop, niente scuse!

come dimagrire con la danza

Cosa serve per iniziare?

Carta e penna, oppure se preferite iphone o tablet:

Scrivere è una buona abitudine per non dimenticare le cose. Prendete appunti e pianificate il tempo da dedicare a voi stessi, una giornata è fatta da 24 ore, trovate sempre il tempo per voi perché è fondamentale.

Avere degli obiettivi da raggiungere:

Ciò che vogliamo per noi stessi, è qual- cosa utile per sentirci meglio, per vederci meglio. Potrebbe essere il nostro peso, il nostro sguardo, la nostra postura a cam- biarci la visuale. Ponetevi degli obiettivi e raggiungeteli. Motivatevi sempre, usando l’immaginazione e vedetevi nel vostro schema mentale, esattamente come vi immaginereste, come se aveste già raggiunto il vostro obbiettivo finale.

Una dead line per ogni obbiettivo, con la data di scadenza per ognuno di esso:

Una delle parti più importanti del pro- gramma. Dobbiamo sapere dove siamo e quanto tempo abbiamo per arrivare a destinazione, verificate di prendervi il tempo necessario. Programmate per bene, ogni singola tappa! Quanto tempo abbiamo bisogno? Tutto il tempo necessario ed a disposizione, va utilizzato. Nella norma, almeno un’ora al giorno. Ricordate che il tutto deve essere divertente, positivo, motivante, solo così avrete la garanzia di portare a termine l’impegno.

Qualche autoscatto di voi stessi, in modo da catturare il vostro status iniziale e misurare i progressi e risultati finali: Documentare la partenza con delle foto o video, permette di verificare i cambia- menti. E’ un utile strumento di controllo. Io lo uso con tutti i miei studenti, quando vogliamo cambiare qualcosa, in qual- siasi area specifica, prendo sempre dei riferimenti fotografici della partenza. Grazie a questo metodo, tutti rimangono stupiti della propria determinazione e del proprio risultato.

Motivazione:

Se non siamo sufficientemente motivati, cadiamo nelle nostre cattive abitudini, quindi, il dialogo con voi stessi è fonda- mentale. Siate positivi, evitate di dire a voi stessi quello che non dovete fare, focalizzatevi e ditevi solo ciò che dovete fare.

Una playlist da ascoltare, utile per trasmettervi energia positiva:

Questo punto è abbastanza personale. Io amo la musica, non potrei vivere senza, mi ispira, mi carica, mi motiva, mi da energia, insomma mi accompagna giorno per giorno. Spero sia lo stesso per voi.

Una frase carica di positività da ripetere con voi stessi, ad alta voce, la mattina quando vi alzate:

Quello che ci ripetiamo in continuazione, specialmente se accompagnato da una forte carica emotiva, diventerà la nostra realtà. Formulate e scrivete una frase breve, positiva, e recitatela ogni mattina appena svegli.
Vi stupirete della capacità di condizionamento di questo esercizio.

Un sorriso stampato sul vostro viso, siate felici:

Charley Chaplin scrisse una delle più belle canzoni di sempre: Smile. Jackson l’ha cantò e noi cosa dobbiamo farla? Indossarla! Farla nostra! Sorridere fa un gran bene, anche se non sentiamo il bisogno di sorridere, dobbiamo farlo. In breve tempo, cambia tutto!

Costo totale dell’attività: zero.

L’unico investimento “caro” sarà la vostra deter- minazione ed il vostro impegno. Non è fantastico? Ritagliarsi 10 minuti per noi stessi è molto importante.

carolyn fitdance be positivePrimo obiettivo: LA POSTURA

Un semplice esercizio da fare un paio di volte al giorno, per due settimane. Vi sentirete immediatamente meglio!
Si tratta di una delle prime cose che un ballerino deve im- parare. La postura è la corretta posizione del nostro corpo nello spazio. Una corretta postura, migliora la respirazione, l’aspetto e ci consente di muoverci in modo facile e armo- nioso. Questo è l’esercizio che io insegno a tutti i miei stu- denti. E’ facile e si può ripetere più volte durante il giorno.

2 settimane da oggi

Fatevi fotografare da un vostro amico, figura intera di fronte, profilo e dietro. Dopo due settimane di esercizi, ripetete le foto possibilmente con le stesse posizioni. Seduti su una sedia, gambe chiuse, completamente rilas- sati, con la curva naturale in avanti. Focalizzate le vertebre della vostra spina dorsale e, iniziando con una piccola pressione sulle vostre natiche, fate dello streatching piano piano, vertebra per vertebra, contando lentamente da 1 a 8. (usate solo la parte posteriore, evitando il petto in avanti; in caso contrario manderebbe la spina dorsale in over streatching). Durante l’esercizio il corpo deve essere libero. Se avvertite qualche contrazione muscolare, rilassatevi e ripetete l’esercizio.

Bisogna ripetere questo esercizio per almeno 20 volte. Se avete più tempo, fate più ripetizioni. Ogni volta che vi trovate seduti se l’occasione è favorevole, ripetete l’esercizio. Più velocemente possiamo cambiare le no- stre cattive abitudini, più velocemente ci sentiremo meglio. Scientificamente è stato dimostrato che in 21 giorni si può cambiare drasticamente… e noi cambieremo drasticamente. Più pratica facciamo, più velocemente miglioriamo.

Sul mio sito internet, troverete il video guida per questo esercizio. Alla prossima!

© Riproduzione Riservata – Questo articolo è comparso nella rivista SI ed è stato scritto da Carolyn Smith

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*